Vercelli • Storia & Letteratura

Alla ricerca di Cavour nella Vercelli ottocentesca (GT_STORY_043)

Calcola un preventivo
Ic aggiungi a preferiti

Dalla centrale piazza Pajetta vi porteremo tra le vie della Vercelli di Cavour, grazie ai racconti di due divertenti personaggi dell’epoca.
Passeggiando tra i palazzi del XIX secolo, ricostruiremo insieme la storia della città, soffermandoci sugli aspetti civili, militari e agricoli di Vercelli e del Vercellese.

Tipologia attività: visita guidata, visita teatralizzata, caccia al tesoro.

Slideshow 02 vercelli visita medievale geetripsSlideshow 04 vercelli visita medievale geetripsSlideshow 03 vercelli visita medievale geetripsSlideshow 05 vercelli visita medievale geetripsSlideshow 01 vercelli visita medievale geetrips
Slideshow 02 vercelli visita medievale geetrips
Slideshow 04 vercelli visita medievale geetrips
Slideshow 03 vercelli visita medievale geetrips
Slideshow 05 vercelli visita medievale geetrips
Slideshow 01 vercelli visita medievale geetrips

Nel dettaglio


Vercelli, Cavour e il Risorgimento piemontese

Vercelli ricopre un ruolo fondamentale nella storia risorgimentale del Piemonte, legata indissolubilmente alla figura di Camillo Benso Conte di Cavour. Non sarà difficile rivivere la sua storia ottocentesca, tra il monumento a Re Vittorio Emanuele II di piazza Pajetta, parco Camana, piazza Cavour, l’Arcivescovado e tutti i palazzi storici che incontreremo lungo il nostro percorso. Grazie all’incontro con due personaggi dell’epoca, vi faremo addentrare negli aneddoti del periodo: la bela Gigugin, vivandiera della città, ci racconterà l’arrivo della guerra e la storia della nascita della Croce Rossa, mentre l’agronomo Giacinto Corio, collaboratore di Cavour e suo affittuario, ci illustrerà le idee del grande statista in campo politico e agricolo, attraverso lo sviluppo delle risaie e la canalizzazione delle stesse.


Due guide d’eccezione: la bela Gigugin e Giacinto Corio

Quale modo migliore di entrare in un’epoca storica se non guidati dai personaggi dell’epoca? Oltre alla nostra guida certificata, che ci accompagnerà durante tutto il tour, incontreremo due figure ottocentesche che ci condurranno nella Vercelli del XIX secolo. Per un’esperienza dentro la storia.


La Vercelli ottocentesca nel dettaglio

In compagnia della guida esperta partiremo da Corso Garibaldi, viale alberato circondato da palazzi del XIX secolo e faremo tappa in Piazza Pajetta, con il monumento a Re Vittorio Emanuele II: qui vi faremo conoscere la bela Gigugin....

Leggi di più


Vercelli, Cavour e il Risorgimento piemontese

Vercelli ricopre un ruolo fondamentale nella storia risorgimentale del Piemonte, legata indissolubilmente alla figura di Camillo Benso Conte di Cavour. Non sarà difficile rivivere la sua storia ottocentesca, tra il monumento a Re Vittorio Emanuele II di piazza Pajetta, parco Camana, piazza Cavour, l’Arcivescovado e tutti i palazzi storici che incontreremo lungo il nostro percorso. Grazie all’incontro con due personaggi dell’epoca, vi faremo addentrare negli aneddoti del periodo: la bela Gigugin, vivandiera della città, ci racconterà l’arrivo della guerra e la storia della nascita della Croce Rossa, mentre l’agronomo Giacinto Corio, collaboratore di Cavour e suo affittuario, ci illustrerà le idee del grande statista in campo politico e agricolo, attraverso lo sviluppo delle risaie e la canalizzazione delle stesse.


Due guide d’eccezione: la bela Gigugin e Giacinto Corio

Quale modo migliore di entrare in un’epoca storica se non guidati dai personaggi dell’epoca? Oltre alla nostra guida certificata, che ci accompagnerà durante tutto il tour, incontreremo due figure ottocentesche che ci condurranno nella Vercelli del XIX secolo. Per un’esperienza dentro la storia.


La Vercelli ottocentesca nel dettaglio

In compagnia della guida esperta partiremo da Corso Garibaldi, viale alberato circondato da palazzi del XIX secolo e faremo tappa in Piazza Pajetta, con il monumento a Re Vittorio Emanuele II: qui vi faremo conoscere la bela Gigugin. Proseguiremo alla ricerca dei simboli della Vercelli ottocentesca, da Parco Camana ai numerosi palazzi storici, tra cui la Casa dei Ciudin e l’orfanotrofio , fino ad arrivare in Piazza Cavour, con il monumento al personaggio simbolo dell’unificazione italiana, dove vi faremo incontrare l’agronomo Giacinto Corio. Proseguiremo fino all’Arcivescovado, utilizzato nel corso delle guerre d’indipendenza come dimora privata del maresciallo Gyulai e, se vorrete, tra le sale del Museo Leone, dedicando particolare attenzione alla sezione dell'antico Ospedale Maggiore di Vercelli e alla sua famiglia.

Informazioni pratiche

Ic prezzoPrezzo
Prezzo a studente: 18,50€ - Gratuità totale per disabili certificati (L.104/92) e loro accompagnatori.
Ic gratuitaGratuità docenti (docente extra: tariffa studente, ove applicabile)
1 ogni 15 studenti
Ic partecipantiNumero di partecipanti per gruppo
minimo 30, massimo 40
Ic gruppiNumero di gruppi gestibili in contemporanea
2
Ic disabiliAdatto a studenti con disabilità motorie
Si
Ic linguaLingue disponibili
Italiano
  • In caso di maltempo: l'attività si svolge comunque.
  • Cosa è incluso: visita guidata con guida abilitata e personaggi in abito storico.
  • Informazioni pratiche: è consigliabile indossare scarpe comode per gli spostamenti.
  • Punto di partenza: piazza Paietta.
  • Punto di arrivo: piazza Roma (stazione).
  • Punti di interesse: piazza Paietta, viale Garibaldi, caserme, piazza Camana, palazzo dei ciudin. Pazza Cavour, via Gioberti. Arcivescovado – sede del comando austriaco. Museo Leone – croce rossa – cavalieri di Malta.

  • Disabili non motori: in fase di creazione del preventivo nel passaggio di riepilogo, indicare nel box Messaggio a GeeTrips la presenza di disabili non motori e accompagnatori. La gratuità verrà applicata in fase di conferma finale.